Buongiorno!
Sono le ore 08:17
di Lunedž 11 Dicembre 2017





Estero - Immigrazione e relazioni esterne

La Commissione ha adottato la comunicazione L'approccio globale in materia di migrazione un anno dopo: Una politica generale dell’Europa sulla migrazione (COM(2006)735 del 30 novembre 2006) che si concentra in particolare sull’attività svolta in questo ultimo anno con gli Stati africani e le organizzazioni regionali.

L’analisi è geograficamente limitata all’Africa, secondo il mandato conferito alla Commissione dal Consiglio europeo, ma suggerisce comunque modi per estendere misure di questo tipo, se del caso, a regioni quali l’Europa orientale, l’America latina e l’Asia. La comunicazione propone mezzi per incentivare il dialogo e la cooperazione con l’Africa sull'intera gamma delle questioni relative all’immigrazione, dall’immigrazione legale e illegale all’aumento della protezione per i rifugiati, al rafforzamento dei legami tra la politica in materia di immigrazione e la politica di sviluppo.

Si propone inoltre di aumentare il sostegno offerto ai paesi africani per una migliore gestione della migrazione, istituendo fra l’altro squadre di assistenza in materia di migrazione, che dovrebbero fornire le consulenze tecniche necessarie per aumentare la capacità operativa e amministrativa.

La comunicazione suggerisce poi di creare portali europei della mobilità professionale che offrano ai paesi africani informazioni sulle opportunità di lavoro in Europa. Altre azioni sono volte ad agevolare il collegamento tra domanda e offerta di lavoro, ad esempio promuovendo la formazione professionale, programmi per lo sviluppo delle competenze e corsi di lingua, in modo da offrire ai potenziali migranti maggiori possibilità di trovare un’occupazione legale.

A questo scopo la Commissione propone anche la creazione nei Paesi partner di centri di assistenza per la migrazione sostenuti da finanziamenti della Comunità, che potrebbero anche agevolare la gestione dei lavoratori stagionali, gli scambi di studenti e ricercatori e altre forme di circolazione legale delle persone.

Nell’intento di rendere il dialogo con i paesi africani veramente globale, la Commissione propone inoltre di sviluppare pacchetti sulla mobilità nell’ambito dei quali gestire le varie forme di movimenti legali tra l’UE e i paesi terzi di competenza degli Stati membri. Un primo dibattito sulla Comunicazione è stato tenuto dal Consiglio GAI del 5 dicembre 2006, senza però prendere alcuna particolare posizione in proposito. Il Consiglio ha discusso di questa comunicazione nonché della Gestione frontiere marittime meridionali.


Fratia - Associazione Sociale Culturale Italo - Rom‚n„

Via Reiss Romoli 45 - 10148 Torino
Tel: +39 011 0673108 - 3939169005 - Fax: +39 011 0673107