Buongiorno!
Sono le ore 08:52
di Sabato 21 Ottobre 2017





Estero - Inizio dei negoziati per la facilitazione del visto con i Balcani occidentali e la Moldova

Il Consiglio ha autorizzato la Commissione a negoziare accordi per la facilitazione del visto con la Bosnia e l’Herzegovina, l’ex-Yugoslavia, la Repubblica di Macedonia, il Montenegro e la Serbia. Il Consiglio ha anche adottato la raccomandazione a negoziare accordi di facilitazione del visto con l’Albania con la quale l’UE ha già concluso un accordo di riammissione.

Il Consiglio auspica che questi accordi siano conclusi nel minor tempo possibile rappresentando un significativo passo verso il rafforzamento della circolazione delle persone. I Paesi dei Balcani occidentali dovranno quindi impegnarsi per attuare le loro riforme nell’ambito dello Stato di diritto, combattendo il crimine organizzato, la corruzione e l’immigrazione illegale e rafforzando la loro capacità amministrativa ai controlli alle frontiere nonché la sicurezza dei documenti.

Il Consiglio ha autorizzato anche a negoziare accordi di riammissione e di facilitazione del rilascio dei visti per soggiorni di breve durata tra la Comunità europea e la Repubblica di Moldova. Questi accordi miglioreranno le relazioni con la Moldova e risponderanno ai problemi che i cittadini moldovi incontrano attualmente nell'ottenere visti per entrare nello spazio Schengen. In varie occasioni la Repubblica di Moldova ha sottolineato i problemi incontrati dai suoi cittadini per ottenere visti Schengen: devono infatti recarsi nei paesi vicini, poiché soltanto due Stati Schengen hanno consolati in Moldova. Inoltre i paesi che confinano con la Repubblica di Moldova, ossia la Federazione russa, l'Ucraina e la Romania (quest'ultima ben presto membro dell'Unione) beneficeranno nel prossimo futuro di un regime di facilitazione del visto o dell'esenzione dal visto.

L'accordo di facilitazione del visto non eliminerà l'obbligo del visto per i cittadini moldovi (tranne per i titolari di passaporto diplomatico), né alleggerirà le condizioni per il rilascio dei visti, ma snellirà la procedura per il trattamento delle domande, consentendo di mantenere i diritti amministrativi al livello attuale (35 euro invece di 60). Inoltre per alcune categorie di persone, come imprenditori, studenti o ricercatori, saranno semplificati i documenti giustificativi da presentare, cosicché sarà possibile ottenere visti multipli di lunga durata ed esenti da diritti amministrativi.

L’accordo di riammissione definisce chiaramente gli obblighi e le procedure a carico sia delle autorità moldove che delle autorità competenti degli Stati membri dell’Unione, per quanto riguarda le modalità e i tempi del rimpatrio delle persone che risiedono illegalmente sui loro territori. Il processo di negoziato con la Moldova inizierà al più presto, in modo che i due accordi possano entrare in vigore simultaneamente prima del 1° gennaio 2008. Si veda: http://ec.europa.eu/justice_home/fsj/external/neighbourhood/wai/fsj_external_neighbourhood_eastern_en.htm


Fratia - Associazione Sociale Culturale Italo - Românã

Via Reiss Romoli 45 - 10148 Torino
Tel: +39 011 0673108 - 3939169005 - Fax: +39 011 0673107